Cerca nel Blog

Pensieri da trader… sui segnali operativi

Scritto il alle 14:27 da Ascanio L. Strinati

…..

di Ascanio L.Strinati

….

 

febbre

Questa settimana le mie riflessioni si concentrano su tutte quelle situazioni che giornalmente e settimanalmente si ripetono sui mercati. La chiamerei “febbre da segnale operativo”: tutti lì ad aspettare il  consiglio, l’opinione,  la “dritta”  che ci fa fare il gain vincente.

…Ma il bello di questa situazione e che il mercato, puntualmente, va a smentire tutte quelle convinzioni, quelle “massime”… quelle manifestazioni di “assoluta certezza… fino a prova contraria

Facciamo un esempio.

Qualche mese fa tutti erano convinti che il cambio EurUsd avrebbe toccato la parità… 

…Tutti short!

Sui minimi di 1.04, rimbalzo e risalita… e si sentiva parlare di target da raggiungere superiore a 1.20 o 1.30. 

…Tutti Long!

Poi queste certezze sono trasformate in un clamoroso “dietrofront”: e si torna a “garantire” livelli target sulla parità o addirittura molto sotto (0.80) in considerazione del fatto che le politiche monetarie delle due principali aree monetarie sono praticamente divergenti… 

…Tutti short!

Ed ecco che a ridosso della decisione della FED, il Dollaro… anziché rafforzarsi sull’Euro… tira il fiato e riporta il principale cross intorno ad area 1.10.

E allora si parla di:

– “non più parità”

– “parità a metà 2016″

– “il prezzo di mercato ha già incorporato queste decisioni della Fed”

E allora…

…Tutti Long!

Io penso che individuare un trend di breve periodo sia oggettivamente molto difficile: notizie, “umori” del mercato, situazioni inaspettate non fanno altro che rendere imprevedibile e allo stesso tempo affascinante l’operatività.

Il bello del trading….

Quello di cui mi stupisco è la “leggerezza” di alcune grandi broker e banche d’affari nel fare certe dichiarazioni. Non voglio dire che non possono farlo… per carità, siamo in Democrazia.

Ma proprio in virtù della loro enorme visibilità, popolarità e “numero di followers”… hanno la capacità, la forza… e soprattutto la “responsabilità” di indirizzare  le decisioni di chi è meno pratico (il termine tecnico è estremamente esplicativo: “parco buoi“).

Dunque:

… maggiore “prudenza nelle dichiarazioni“, da parte di chi sa di avere un peso nelle decisioni di molti investitori.

…maggiore “prudenza nelle scelte di investimento” per i neo-trader o aspiranti tali: va bene ascoltare con un orecchio chi (pensiamo) ne sappia più di noi, ma è altrettanto importante avere una nostra strategia (un nostro “pensiero da trader”) e seguirla…. tutelandoci con una corretta disposizione di stop loss e take profit.

In questo caso, se proprio dobbiamo prendercela con qualcuno per qualche loss… non potrà che essere con noi stessi: il vero errore non è sbagliare… ma non imparare nulla dall’errore commesso.

Buon trading a tutti e Buone Feste!

Filippo

 

 

 

 

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Stoxx Giornaliero Buongiorno, come ci eravamo detti, il focus andava posto sullo sviluppo del
COMMENTI DEGLI STUDENTI SUL PERCORSO SULLA TEORIA DEI CICLI Molti studenti che hanno partec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Articolo in collaborazione con eToro È stato un anno pazzesco per le criptovalute fino ad or
Come spesso accadrà, sarà il week end a decidere tutto. A mercati chiusi, in caldi pomeriggi e
Apertura incerta per l'indice Ftse Mib che dopo aver tentato uno spunto al rialzo ha invertito l
Il suo nome non è certo molto tranquillizzante. Infatti "Ethereum" significa appunto etereo, o
Se qualcuno conosce il produttore di "The big short" la grande scommessa, lo chiami e sugger
Già la prima normativa sulla previdenza complementare prevedeva la possibilità di un pensionamento
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us