Aspettando la ITCup – Le analisi dei campioni: Vertical Call credit Spread sul miniSP500

Scritto il alle 09:16 da Ascanio L. Strinati

by Eugenio Sartorelli –

Sul mercato Usa (future miniS&P500) con l’elezione di Trump a presidente si paventava un’ecatombe con una discesa tra le 2 e le 6 di mattina del 9 novembre da 2153 a 2028. Poi il mercato ha cambiato idea e la giornata si è chiusa con un prodigioso balzo a 2160. Mentre scrivo il miniS&P500 quota circa 2157 punti.

Senza entrare nei dettagli di questi movimenti, l’area di massimo assoluto per il miniS&P500 è intorno a 2190 e neppure l’Indice S&P500 è mai riuscito ad allungarsi a 2200.

Aggiungo che la Fed potrebbe alzare i tassi nella riunione del 14 settembre.

Se crediamo che area 2200 terrà, una strategia idonea è un Vertical Call credit Spread così composto:

vendita Call dicembre 2200- quota circa 14 punti

acquisto Call dicembre 2210- quota circa 10,5 punti.

Ricordo che 1 punto vale 50$. Pertanto l’operazione fa incassare circa 175$ che poi è l’utile massimo.

Mi piacciono queste Opzioni poiché sono negoziate per 23 ore (come del resto il sottostante che è il future). Pertanto rendono possibile operatività continuativa quasi sempre durante la settimana.

 

Vediamo il payoff della strategia:

Le curve in figura rappresentano il variare del payoff al trascorrere del tempo secondo la direzione della freccia in basso a dx.

Le curve in figura rappresentano il variare del payoff al trascorrere del tempo secondo la direzione della freccia in basso a dx.

Come si vede l’utile massimo a scadenza (il 16 dicembre) è di 3,5 punti per miniS&P500 sotto 2200. La perdita massima è pari a 6,5 per miniS&P500 oltre 2210. Tra 2200 e 2210 abbiamo una situazione di utile variabile sino a 2203,5 e poi di perdita variabile sino a 2210.

Chiaramente la perdita e ben superiore all’utile, ma la nostra ipotesi è che il miniS&P500 non farà nuovi massimi oltre 2200, che ricordo sarebbero massimi assoluti.

Chiaramente si possono fare diversi Vertical call credit Spread sia variando la scadenza (ma dicembre è idonea) sia variando gli strike, e qui le possibilità sono molteplici.

 

Come gestione della posizione, in caso di ribassi posso decidere di chiudere anticipatamente la strategia qualora arrivasse ad un utile pari all’80% di quello massimo- ma dipende da quanto manca alla scadenza. Se il mercato rompesse quota 2200 e quindi andasse contro le previsioni, si può chiudere in stop-loss l’operazione. L’alternativa e fare un roll over, ovvero andare a fare una strategia analoga ma su strike più elevati e scadenze maggiori. Questa possibilità va ponderata attentamente anche in funzione di come il mercato fosse arrivato alla rottura di quota 2200.

 

 

Per chi fosse interessato ricordo che il 15 novembre ci sarà a Milano il VII OPTIONFORUM, una giornata gratuita con 4 Option Trader (Giusti-Locatelli-Trombetta-Sartorelli)

per dettagli ed iscrizioni: http://www.optionforum.it/opzioni/call-put-forex/opzioni-su-azioni-call-put-forex.html

Il -27-28 novembre terrò il Corso di Analisi e Trading con i Cicli

per info ed iscrizioni: http://www.investimentivincenti.it/default.asp?pag=Corso_Cicli_Trading

 

 

 

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
1 commento Commenta
st.ros
Scritto il 14 novembre 2016 at 11:37

Non si deve fare operatività a breve e brevissimo termine perchè è un comportamento da evitare rispetto alla morale religiosa; è importantissimo non incentivare queste modalità

http://TRADINGONLINE-UN-PROBLEMA-MORALE.BLOGSPOT.IT/

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

In una settimana dove ci siamo ritrovati con il Black Friday e il Thanksgiving Day, il vero prot
Dopo il Dieselgate un altro scandalo potrebbe investire il settore dell'auto. Ma questa volta dell'a
A Piazza Affari ieri ha brillato Telecom Italia con la sua miglior seduta dell'anno. Lo sprint r
Colgo l'occasione dell'articolo "BITCOIN: ma la quotazione del future al CME è una cosa positiv
Molti fondi, alla ricerca di rendimenti “sicuri” e superiori allo zero, stanno adottato una stra
Oggi faremo un quadro di lungo periodo sul futures Dax. Rispetto al precedente aggiornamento non
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
FTSE Mib: Apre in lieve ribasso il listino italiano dopo aver evidenziato ieri una seduta interloc
Come già detto negli ultimi giorni continuiamo ad ignorare i dati provenienti dall'economia ame
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us